Illuminazione a led: cambia l’atmosfera dello spazio in cui vivi

By Stefania Cocomazzi|Giugno 24, 2017|Light|0 comments

Sei stanco di illuminare i luoghi in cui vivi semplicemente con una luce bianca o gialla? Vuoi creare delle belle atmosfere negli spazi che preferisci? Se sì ma non sai come fare stai leggendo il giusto post.

E’ arrivato il momento di disfarti delle vecchie lampadine alogene e di investire nella tecnologia a LED (LightEmitting Diodes), in armonia con quanto stabilito dalle direttive dell’Unione Europea già nel 2009 e che hanno come scopo quello di eliminare gradualmente ogni traccia delle lampadine alogene a partire dal 1° Settembre 2018.

Non solo la tecnologia led consente di abbassare i costi di consumo e ha minor impatto ambientale ma permette anche di creare delle scene luminose e colorate nella stanza che differiscono dalla luce emessa dalle tradizionali lampadine. Queste ultime, infatti, sono in grado illuminare gli ambienti in cui sono utilizzate soltanto in un modo che potremmo definire “statico”. Invece, l’illuminazione delle lampadine a led è ottenuta mediante semiconduttori anziché utilizzando un filamento o un gas: da questa caratteristica, ne deriva una maggiore efficienza luminosa delle stesse nonché una durata media superiore. A ciò, dobbiamo aggiungere, che a livello estetico, sono dotate di grande versatilità: dalla forma standard delle lampadine alla particolarità di quelle a perimetro; insomma diverse forme, dimensioni e modelli per adattarsi a tutto ciò che volete illuminare. La gamma di tonalità e colori su cui potrete giocare è quasi infinita; sarà comunque possibile optare per una semplice luce bianca calda o fredda diffusa in modo più omogeneo rispetto alle lampadine alogene.

Una delle più grandi aziende che produce un sistema a led innovativo è Philips. Essa ha creato la serie HUE ossia un sistema di illuminazione comodo, veloce, di grande effetto e personalizzabile mediante rete wireless.

Per iniziare ad usare questo sistema, Philips mette a disposizione lo Starter Kit, composto dai componenti base di cui avrete bisogno per cimentarvi in questa nuova tecnologia. Infatti, all’interno dello starter kit, oltre alle lampadine, c’è uno strumento chiamato Bridge. Il Bridge, collegato al router, consente di gestire l’illuminazione tramite la rete wifi. Inoltre se la vostra rete dispone anche di un collegamento ad internet è possibile effettuare operazioni dall’esterno. Il bridge consente di collegare fino ad un massimo di 50 lampadine in modo da semplificare la controllabilità di una o tutte le luci

Infinite sono le possibilità offerte da questa tecnologia. Per provarne qualcuna, terze parti hanno sviluppato per Philips l’app Philips Hue. Attraverso la app sarà possibile differenziare le luci a seconda delle stanze e utilizzare per ogni momento della giornata alcune scene di luce preimpostate o create nuove a vostro piacimento: per il risveglio mattutino, il relax, la lettura, la concentrazione per lo studio, fino alla conciliazione del sonno. Non solo, il sistema è dotato di impostazionetimer”, il quale consentirà di stabilire il momento di accensione o spegnimento delle luci, anche dall’esterno.

L’illuminazione a led è dunque la soluzione migliore per ricreare la luce in uno spazio. Anche se il prezzo delle lampadine di questo genere è superiore a quello delle standard fino ad ora utilizzate, l’effetto e il consumo non vi faranno lamentare. 

Insomma, una tecnologia che offre tutti i confort per una vita illuminata con le tonalità di colori desiderate attraverso un semplice click.

Che ne pensate di questa nuova tecnologia? Renderebbe i vostri spazi illuminati in maniera più efficace? Lasciate un commento 🙂 

.

Share this Post:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*